Follow us on social

Point notizie e giornalismo glocal indipendente, un network che mette al centro le persone e le storie con report, data journalism e le Voices

Ultime News

Seguici sui Social

Il Muro del Canto live a Roma

Condividi sui Social

La band Il Muro del Canto torna dal vivo nella Capitale con uno speciale concerto martedì 8 settembre 2020 alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, a Roma. Dopo il grande successo del live insieme al Colle der Fomento dello scorso febbraio, Il Muro del Canto ritorna dal vivo nella Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, primo live dopo il lungo fermo nazionale causato dal lockdown. Al momento il gruppo capeggiato dalla voce potente e intensa di Daniele Coccia è al lavoro sul prossimo album e questo speciale live alla Cavea sarà l’occasione per racchiudere un po’ il percorso partito con lo splendido disco L’Amore Mio Non More e sul suo lungo tour di presentazione, unendo apprezzamenti di pubblico e critica.

“Er male che m’hai fatto nun è gnente, nun m’è sembrato poi così speciale”

Per il concerto di martedì 8, la band ha invitato un ospite particolare, l’attore e regista cinema/tv Vinicio Marchioni (famoso nel ruolo del Freddo, la serie tv Romanzo Criminale) già protagonista del videoclip di ‘Reggime er Gioco’, brano estratto proprio da“L’Amore Mio Non More”.
Il Muro del Canto sono Daniele Coccia Paifelman (voce), Alessandro Pieravanti (voce narrante e batteria), Eric Caldironi (chitarra acustica), Ludovico Lamarra (basso elettrico), Franco Pietropaoli (chitarra elettrica) e Alessandro Marinelli (fisarmonica).
Un gruppo molto amato e riconoscibilissimo, con una sua originale personalità. Voci, suoni, ricordi, presente e futuro. Dal suono intenso e “ruvido”, con le splendide voci di Daniele Coccia e Alessandro Pieravanti, il gruppo unisce modernità e tradizione romana in un’autentica “voce popolare senza tempo”.

“L’Amore Mio Non More”, ha mantenuto alcuni tratti distintivi e, allo stesso tempo, novità nelle soluzioni ritmiche e armoniche. Da sempre, e ancora, la ricerca di un linguaggio diretto e reale, in cui spicca la forza del dialetto capitolino che “nutre le salde radici della band”.  Il continuo esprimersi nella tradizione è il modo di curare i propri sentimenti ma anche trovare e ritrovare il passato misto al presente: gli stornelli romani, la scrittura poetica, l’arte pura, la musica, la tradizione, le solide basi.

 

foto di Marco Di Donna

Lascia un Commento

You don't have permission to register